Skyscraper – TVlization

Poche notizie e scarni comunicati stampa, accompagnano di fatto i gruppi sotto contratto con questa etichetta brasiliana e neanche i decenti Skyscraper sfuggono alla regola dell’ austerity, dettata dai rigidi budget aziendali, a partire da una produzione totalmente insufficiente, che penalizza suoni e di conseguenza, le canzoni. Nonostante un suono da schifo, questo “T.V. lization” risulta essere una piacevole sorpresa, ricco come √® di brani strutturati in modo tale da colpire direttamente nel segno, una nota di merito per gli Skyscraper, band totalmente sconosciuta al sottoscritto, ma con un discreto blasone in terra carioca, grazie a quindici anni di onorata carriera alle spalle, esperienza che ha radicato nella band il giusto feeling per sciorinare un power metal di stampo melodico, che strizza l’occhio ai grandi big del settore, a partire dai connazionali Angra e Shaman. Degna di nota, inoltre, la preparazione tecnica dei componenti della band, a partire dal chitarrista Marcos Nazareth, capace di alternare riff sparati ad arpeggi melodici molto suggestivi, per proseguire con l’ottima versatilit√† del cantante Ricky Ricci, un ugola che si sposa magnificamente al filone musicale proposto, dalle epiche cavalcate in doppia cassa, alle power ballad, presenti in dosi massicce sull’ album. Un buon prodotto, a cui non viene resa totalmente giustizia e, proprio per questo motivo, che i volonterosi Skyscraper ne escono fin troppo ridimensionati.