HOME
RECENSIONI
INTERVISTE
CONCERTI
BIOGRAFIE
LO STAFF
LINKS
FORUM
SKINS
ZERO DAYS, ZERO SECS

Ensiferum - Dragonheads

Etichetta: Spinefarm

Diamo calorosamente il benvenuto a questo inutile EP degli Ensiferum, formazione esplosa a inizio decade con un disco omonimo di altissima qualità, e che nel giro di un lustro ha manifestato numerosi acciacchi causa il logorarsi della scena d'appartenenza, ed una serie interminabile di cambi riguardanti la line-up. "Dragonheads", anche se Jari Maenpaa è accasato presso i suoi Wintersun lasciando il posto a Petri Lindroos dei Norther, ed anche se gli Ensiferum odierni presentano tre nuovi musicisti rispetto a quelli che registrarono il discreto "Iron" due anni orsono, resta e resterà comunque un EP inutile. Contenuti: un pezzo inedito, due brani delle vecchie demo ri-registrati, due strumentali di cui un medley chiamato "Finnish medley" che teoricamente dovrebbe incuriosire il fan, ed una sfiziosa cover degli Amorphis ("Into hiding"). Questa è una recensione e dunque qualcosa devo scriverlo, dunque calma e pazienza... vediamo un po'... il pezzo inedito è la title-track e consiste in una song su tempi medi, fiacca ma con un finale in netto crescendo caratterizzato da quei cori epici che ad un italiano, più che le musiche tradizionali nordiche ricorderanno un certo Morricone. La canzone non incide però troppo, e siamo ben distanti dalla qualità delle vecchie hit, vedi "Tracherous Gods" o "Hero in a dream". Le due demo-song sono una adattabilissima all' oscuro termine B-Side, ovvero "Warrior's Quest", ed una veloce e accattivante, "White storm", totalmente sulla falsariga di quel Power Metal aggressivo e tastieristico che a fine anni '90 non risultava ancora demodè come al giorno d' oggi. Ma la promuoviamo. Le due strumentali mi rifiuto di commentarle, mentre "Into hiding" da "Tales from the thousand lakes" degli Amorphis (che capolavoro!!!) merita certamente un pollice alto in segno di promozione, sebbene la riproposizione targata Ensiferum sia ben poco personale (ma forse è meglio così!). In attesa di un nuovo album, Wintersun resta in vantaggio per 1-0 su Ensiferum grazie all' omonimo cd che, uscito su Nuclear Blast qualche tempo, ha nettamente battuto gli ex compagni di Jari Maenpaa sul campo forti d'un "Iron" non del tutto convincente. La nuova formazione spera di trovare presto la palla del pareggio, ma per ora mi sembra di vederla in alto mare.

Voto: 5,5

Marco "Dark Mayhem" Belardi