HOME
RECENSIONI
INTERVISTE
CONCERTI
BIOGRAFIE
LO STAFF
LINKS
FORUM
SKINS
ZERO DAYS, ZERO SECS

Unwelcome - Intervista ad Andrea(vocals)

Vi do' il benvenuto nel nostro fanzi-comio [una fanzine che a tratti sembra un manicomio per disabili mentali], uno dei piu' odiati dalla rete suppongo, e pertanto non siete i benvenuti. ;) chi ci risponde e' il singer andrea... here we go...


intervista raccolta da:Simone "thrasher[xxx]"

La mia domanda di rito: cercate realmente di proporre qualcosa di nuovo o solo qualcosa di vostro e personale? ovvero: cosa puo' trovare un'ascoltatore nella vostra musica che non si trovi gia' in circolazione?
Non ci siamo mai posti il problema. quello che vogliamo e' fare "la nostra cosa" senza porci alcun tipo di limite e soprattutto senza scimmiottare questo o quel gruppo. non cerchiamo - almeno a livello conscio - ne' di essere nuovi (e d'altra parte....come puo' qualcosa essere veramente nuovo oggi?) ne' di essere originali. semplicemente facciamo quello che ci piace. non c'e' niente di studiato o di calcolato...semplicemente noi esprimiamo noi stessi in questo modo. forse - rispetto a molta della musica che e' ora in circolazione - nel nostro disco c'e' sicuramente onesta' e passione.
Acosa vi sentite davvero legati musicalmente? avete un vostro dna o sapete di dover ancora crescere?
Non ci sono ascolti oppure radici musicali cui ci sentiamo particolarmente legati. ognuno di noi ama musica differente e risente di influenze differenti. quello che ci interessa e' cercare di rielaborare tutti gli stimoli in modo personale. ovviamente cerchiamo costantemente di migliorarci e di progredire. credo che ormai il nostro "suono" abbia raggiunto un buon livello di maturita'...il nuovo materiale che abbiamo preparato e' - diciamo - una "sorpresa". sicuramente e' una notevole evoluzione. ti diro' di piu'...la nostra intenzione - con il prossimo album - e' quella di realizzare il disco che in italia non e' ancora stato fatto. oppure no...ad ogni modo chi si ferma e' perduto!
I vostri prossimi impegni? i vostri progetti? fin dove arriverete... o quando vi fermerete?!
La nostra priorita' in questo momento e' la promozione di "i.w.s.". vogliamo farci conoscere e far ascoltare la nostra musica il piÙ possibile. proprio per questa ragione abbiamo da poco chiuso un contratto di distribuzione in inghilterra con copro rec. ed uno nei paesi bassi con suburban rec.. speriamo inoltre che alla distribuzione seguira' un tour. da qualche tempo inoltre e' in circolazione il videoclip di "megaplastium", il nostro primo singolo, e stiamo cercando di arrivare anche nel mercato usa. inoltre stiamo suonando in giro per l'italia. insomma....cerchiamo di darci da fare. finche' avremo cose da dire e voglia di metterci in gioco...nulla ci fermera'.
Ascoltando il vostro cd non posso far altro che congratularmi per l'ottimo lavoro che a tratti ho trovato personale e a tratti influenzatissimo dall'hc e da un nu-metal di stampo korniano... ma come vivete e cosa pensate della scena italiana che, loudblast a parte, oltre ad offrire in ambito metal molto heavy e power sembra non essere munito una valvola di sfogo e un buon futuro, nonche' supporto, per i nuovi suoni? ho assistito ad esempio ad un crollo dei gf93, che dopo il primo ottimo esordio, i quali hanno arrancato per un contrato, per un secondo album e per riscuotere la meta' di cio' che meritavano realmente..
Grazie...quello che volevamo ottenere era un prodotto che ci rappresentasse al meglio, che fosse interessante e maturo. ritengo che il pregio maggiore di "independent worm songs" sia la sua varieta' e diversita'. ci sono in giro cosi' tanti dischi che suonano uguale e che sanno di gia' sentito...noi invece volevamo realizzare un disco che avesse differenti sfaccettature e_ _diversi livelli di ascolto. non mi stanchero' mai di dire quanto sia importante osare e cercare di trovare la propria strada. per quel che riguarda l'italia....che vuoi che ti dica? gli anni passano e siamo sempre qui a fare gli stessi discorsi...sempre a piangerci addosso. la realta' e' sotto gli occhi di tutti...che altro aggiungere? ci sono gruppi molto validi ed altri che non fanno altro che copiare ed atteggiarsi da "rockstar"....ma questo succede un po' ovunque. purtroppo in italia siamo costretti a vivere in un "sottobosco" numericamente poco influente...mancano le etichette, le strutture e la stampa. e di conseguenza manca il pubblico. continuo a sentire gente che a parole "supporta" i gruppi italiani ma...la realta' e' ben diversa. i ragazzi preferiscono comprare gli "slipknot" di turno ed andare in giro dicendo "quanto sono bravi i gruppi italiani". chiudo dicendo che i gf93 stanno per uscire con un nuovo lavoro e...gli auguro tutto il successo che non hanno ancora avuto.
...e avete mai pensato "se fossimo in america..."?
molte volte.....in realta' ci siamo anche stati in america ma...e' un lungo discorso. diciamo soltanto che - a parita' di valore - finche' non cambiera' la mentalita' di etichette, stampa e pubblico non ci sara' mai competizione tra un gruppo usa/uk ed uno italiano. fine.
So' molto poco sulla vostra biografia.... avanti... sputate il rospo... :)
Eccoti una breve cronistoria : gli unwelcome nascono nel '95. la line-up e' composta - da sempre - da andrea (voce + chit.), livio (chitarra), maxim (batteria) e kashi (basso). da allora abbiamo registrato svariati demo, promo, 7", compilation ed abbiamo suonato un po' ovunque in giro per la penisola. nel 1999 abbiamo realizzato un promo (per gli addetti ai lavori) prodotto e mixato da eskil lovstroem (produttore di refused, meshuggah, fireside, ecc.) nei tonteknik studios di umea (svezia). il promo conteneva alcuni dei brani che poi sono finiti su "i.w.s.". fu' cosi' che nel 2000 fummo un contattati dalla attack rec., etichetta canadese capitanata da mark berry (ex-produttore di voivod, duran duran, billy idol, yes, ecc.) con la quale firmammo un contratto che prevedeva l'uscita di "i.w.s." in usa, canada, australia e giappone con distribuzione sony!!! fu cosi' che registrammo/mixammo "independent worm songs" tra toronto e new york. purtroppo pero', presto iniziarono ad insorgere dei problemi contrattuali. dopo avere atteso per piu' di un anno che la attack si decidesse a pubblicare il disco, stufi di questa assurda situazione, abbiamo deciso di rescindere il contratto sopracitato e di cercare un'altra soluzione!!!! abbiamo quindi deciso di "accasarci" alla loudblast, etichetta che stimiamo e di cui siamo orgogliosi di far parte. e cosi', finalmente, siamo riusciti a dare alle stampe "i.w.s". il nostro rapporto con lorenzo/loudblast e' ottimo e, speriamo, duraturo.
La cosa che piu' vi ha fatto rivoltare lo stomaco nel panorama musicale? per fare un esempio, da parte mia, non posso non citare i limp bizkit che nella fase di audizione per un nuovo chitarrista hanno imposto miniprove da 1 minuto [!!!] a tutti gli aspiranti e vietato alcune simpatiche cose come: non proporre cover, proporre solo pezzi propri non registrati alla siae e di avere la liberta' di riutilizzare alcuni riff senza dover chiedere permesso a nessuno...
Sicuramente l'assurdo comportamento della attack...non auguro a nessuno di dover passare quello che abbiamo passato noi (beh...forse a qualcuno lo auguro). abbiamo atteso per un anno che i problemi contrattuali si risolvessero finche', al limite della sopportazione , siamo stati a risolvere tutto tramite avvocati e cause...dicendo addio a quella che poteva essere la svolta della nostra vita. mi viene da vomitare al solo pensiero! per quel che riguarda i limp bizkit...mah...per me vale lo stesso discorso - politico - riguardo al "signor" berlusconi: sta' sul culo a tutti eppure ha vinto le elezioni. e chi l'ha votato? io? allo stesso modo fred durst sta' sul culo a tutti ma vende milioni di dischi. e chi li compra i dischi dei limp bizkit? io?
La musica sta andando a puttane?
Non credo ma...mi auguro che succeda almeno alla nostra succitata ex-etichetta!
Beh... dite qualsiasi cosa che non siete riusciti a tirar fuori nelle mie domande...
Voglio dire a tutti i ragazzi di smetterla di comprare qualunque schifezza arrivi dall'estero!!! ragionate con la vostra testa e non fatevi prendere per il culo. supportate - non solo a parole - la scena italiana! e venite a vederci dal vivo!!!! grazie per lo spazio concessoci. a presto saluti. che la forza sia con voi!!


Simone "thrasher[xxx]"