HOME
RECENSIONI
INTERVISTE
CONCERTI
BIOGRAFIE
LO STAFF
LINKS
FORUM
SKINS
ZERO DAYS, ZERO SECS

Intervista ai Malevolent creation - Phil Fasciana (guitars)

I Malevolent creation continuano la loro scalata verso l'estremismo: dopo il devastante "Envenomed", il leader Fasciana ci parla di "The will to kill", nuovo disco della band, e dei numerosi cambi di line-up ai quali essa è stata costretta. In primis, le vicende che hanno colpito Brett Hoffmann (l'arresto su tutte) ed i nuovi arrivati, Justin e Kyle.

Intervista a cura di: Dark Mayhem

Hail Phil. La prima cosa che mi viene da chiederti riguarda Dave Culross: ha lasciato i Malevolent creation per ragioni che lui stesso ha definito personali. Puoi spiegarci cos'è avvenuto?
Dave si è ritirato dall'attività concertistica. Dopo il nostro ultimo disco ed il tour lui si è messo insieme ad una ragazza che ha un figlio (non ha spiegato se l'ha avuto da lui, ma poco importa: mica siamo una webzine scandalistica! n.d. Dark Mayhem), con la quale ha comprato una casa in cui adesso vivono assieme. Dave ha anche una compagnia di lavoro e ci sta guadagnando molto bene. Sapevamo che non avrebbe potuto più effettuare dei tour, e così abbiamo dovuto prendere una decisione da panico: cercare un nuovo batterista. Amiamo Dave, ed odiamo vederlo andarsene, ma per noi tutto deve continuare.
Kyle è il nuovo singer dei Malevolent creation a seguito dell'uscita di Brett Hoffmann, quest'ultimo un elemento che è nella storia del Death metal per le sue capacità vocali. Ma per quanto riguarda la sua attitudine, so che aveva dei problemi con la droga...come è stato arrestato?
Brett aveva molti problemi sia con la legge che con la droga, e non potevamo permettere che i suoi problemi influissero negativamente sulla band. E'vergognoso vedere uno dei nostri migliori amici gettar via la propria vita così, ma per anni abbiamo cercato di aiutarlo, ma non ha funzionato. Speriamo il meglio per lui, ma penso che sarà dura. Avevamo bisogno di un singer che fosse già in confidenza con noi, e Kyle era la persona ideale (dopo verrà affrontato l'argomento n.d. Dark Mayhem)
Dopo "Envenomed", siamo finalmente vicini a "The will to kill": prima di tutto, come siete arrivati a prendere Justin Dipinto come nuovo batterista della band?
Abbiamo conosciuto Justin attraverso un nostro amico, Derek Roddy, il batterista degli Hate eternal. Loro due sono molto amici, e Justin l'ha aiutato a registrare il nuovo disco della sua vecchia band, i Divine rapture. Abbiamo sentito il suo batterismo, ed era una vera "Malevolent creation"! Così, gli abbiamo chiesto di entrare ed ora è il nostro nuovo drummer. Siamo stati veramente fortunati a trovare un batterista così capace di suonare materiale estremo. Ha registrato il nuovo disco con noi e potrete sentire le sue capacità non appena il nuovo lavoro uscirà, entro la fine dell'anno.
Tutto ciò che puoi dirmi di "The will to kill": cambiamenti dal passato, direzione stilistica...
Il nuovo disco, secondo me, è un ottimo risultato dell'ensemble che abbiamo tirato su: canzoni più corte, parti devastanti in puro grind style, e soprattutto le vocals di Kyle, che hanno contribuito a rendere il nostro sound ancor più aggressivo. Suona molto nuovo per me, e penso che alla gente piacerà fino alla follia ciò che abbiamo registrato.
Nel passato Kyle ha cantato con gli Hate Plow assieme a te e Rob Barrett. Siete passati da audizioni per il nuovo cantante o l'avete scelto in maniera diretta?
Quando io e Rob abbiamo capito che Brett era oramai irrecuperabile per la strada che aveva intrapreso Kyle è stata l'unica persona che abbiamo desiderato. Io e Rob abbiamo suonato con Kyle per cinque anni negli Hate Plow e fatto un tour con lui, quindi sapevamo delle sue capacità, di come rendesse dal vivo, e di come sarebbe stata bella l'accoppiata Malevolent - Kyle. Abbiamo scelto direttamente!
Il Death Metal floridiano: i Morbid angel sono scomparsi discograficamente dal 2000, dopo "Gateways to annihilation", ed ora stiamo tutti aspettando un loro nuovo disco, sperando in Azagrthoth e compagni. La storia dei Death è finita con Schuldiner, ed i Deicide stanno producendo dei dischi piuttosto scarsi, sin dal periodo post - "Serpents of the light". Ora, assieme a voi, chi potrà tenere alto il nome del Death Metal?
Noi abbiamo sempre suonato e stiamo ancora suonando ciò che volevamo, ovvero metal estremo. Ci sono ancora molte band di rilievo, in Florida, ma noi non siamo in nessuna competizione con nessuna di loro (la risposta mi ricorda molto l'intervista dei Domine al Gods! n.d. Dark Mayhem). Noi, semplicemente, ci interessiamo del nostro operato e continuiamo a suonare il nostro stile di metal.
Il miglior disco dei Malevolent creation ed il peggiore, ma soprattutto, i perchè...a mio avviso, il vostro "The ten commandments" è una vera gemma del Death Metal...
Il mio disco preferito è il nuovo, "The will to kill", perchè mi suona molto fresco, e quello che mi piace di meno è "Stillborn" (concordo n.d. Dark Mayhem), perchè in quel periodo stavamo passando tempi bruttissimi, stavamo cadendo veramente a pezzi quando eravamo in studio per le sue registrazioni. Registreremo nuovamente alcune delle song di quel disco, per dar loro nuova linfa, nuova vita. Le registreremo entro la fine di quest'anno.
Per finire, la parola a te...qualcosa per i lettori?
Aspettate il nostro nuovo disco a novembre, e nel 2003 verremo in tour. Se volete tenervi informati, controllate pure il nostro sito, dove aggiorneremo spesso avvertendovi sulle date dal vivo. Keep on killing!!!!
Phil Fasciana

Dark Mayhem