HOME
RECENSIONI
INTERVISTE
CONCERTI
BIOGRAFIE
LO STAFF
LINKS
FORUM
SKINS
ZERO DAYS, ZERO SECS

Beyond fear - Intervista a Ripper Owens (vocals)

Abbiamo avuto l’occasione di porre qualche domanda a Tim “Ripper” Owens, in occasione del lancio dei Beyond Fear, nuova band del vocalist statunitense, che toccherà l’Italia in un tour di supporto agli Anthrax. Un Ripper cordiale e grintoso, ma soprattutto un Ripper che vuole staccarsi definitivamente di dosso (stilisticamente parlando) il periodo Judas Priest. Beyond Fear, primo disco della band, uscirà in europa l’ 8 Maggio.

Intervista a cura di: Brown Jenkin

Ho ascoltato Beyond Fear e penso che il disco sia molto grintoso, con un legame al passato e sicuramente agli anni dei Priest, che ne pensi?
Penso che sia legato al Metal, come i Black Sabbath, I Judas Priest, I Pantera. Non solo i Priest, credo che l’unica affinità con I Judas siano le linee vocali, anche se molto più aggressive. Ma di certo è Metal!
Ci puoi parlare degli altri membri dei Beyond Fear?

Sono tutti ragazzi che conoscevo, John Comprix è il chitarrista e riveste un ruolo importante, ha scritto molte canzoni insieme a me! Dennis Hayes al basso era con me nei Winters Bane. Erik Elkins alla batteria e Dwayne Bihary alle chitarre suonavano con John ed è stato lui a suggerirmeli. Penso che siano degli ottimi componenti.
Al momento la mia canzone preferita dell’album è And… you will die; Penso che tu abbia mescolato uno screaming alla Halford con una profondità vocale piuttosto insolita per te, sei d’accordo?
Certo, lo stile è quello, ma penso che ora si possa chiamare lo screaming alla Owens! Non sto più cantando “Judas Priest”, diciamo che lo stile è simile ma con un accento molto più rabbioso (ride n.d.a.).
Di che cosa parlano I testi dei Beyond Fear? Vedo che sono sempre presenti i mostri d’acciaio, ma c’e’ anche qualcosa di diverso?
Una canzone è un passo indietro per mostrare che sono in grado di scrivere una canzone heavy metal classica, ma quelle non sono le tematiche che preferisco. Penso siano solo divertenti. Il cd riguarda molto di più cose reali e concrete, e la vita di tutti i giorni. Mi piacciono le tematiche… reali.
Ci puoi parlare delle canzoni dell’album? Tali canzoni sono state scritte in questi mesi di recente o hai anche utilizzato materiale vecchio?
Qualche canzone risale al passato, ma tutto ha avuto inizio all’ inizio del 2003 quando sono entrato negli Iced Earth, sapevo che avrei potuto dedicarmi ad un altro progetto così Comprix ed io cominciammo a scrivere dei pezzi.
Quali sono i tuoi traguardi futuri con i Beyond Fear (qui la traduzione in Italiano purtroppo non rende efficacemente colorita la risposta n.d.r.)?
Ad essere sincero… perché fare le cose a metà? Posso far parte sia degli Iced Earth che dei Beyond Fear a tempo pieno.
Vedo che sei in costante dialogo coi fans attraverso il tuo sito web (http://www.timripperowens.com): i fan sono stati chiamati a scegliere il nome della band, a realizzare un logo… com’e’ il rapporto con loro?
Ottimo, ho davvero dei grandi fans. Ho sempre pensato che sia importante parlare con loro, io di solito rispondo personalmente alle email che i fan mi inviano.
Passerai in Italia in un tour di supporto agli Anthrax, la scaletta includerà canzoni dei Priest, degli Iced Earth o dei Winters Bane?
Dipenderà da quanto avremo per suonare… Mi piacerebbe fare un medley di alcune canzoni da Jugulator e Demolition, the Rad Baron / Blue Max…
Vedo che hai firmato un contratto con l’agenzia di management gestita da Wendy Dio (moglie di Ronnie James Dio, n.d.r.). Sarà possibile vedere un duetto con Mr. Ronnie o è fantascienza?
Non sarebbe male… magari Ronnie, Rob ed io… wow divertente! Haha… non succederà.
1996-2006: nel 1996 eri praticamente sconosciuto al pubblico, ora sei una realtà nel panorama heavy metal, com’è cambiata la tua vita durante questi dieci anni?
Beh… sono qui ora a rilasciare tutte queste interviste… la mia vita è cambiata molto. Però ora ho una famiglia e dei figli, quindi è decisamente cambiata, sono cresciuto molto. Ma, come rock star, non male.
Guardavo il sito web degli Iced Earth, mi sembra praticamente fermo; so che canterai sul nuovo disco, ci puoi quindi dare qualche informazione sulla band?
Oh, certo. Il prossimo degli Iced Earth sarà un grande album, Jon (Schaffer, n.d.r.) sta lavorandoci su e quando potrò lo raggiungerò, ora non riesco a fare molto. Aiuterò il più possibile, però al momento sono parecchio impegnato, per tutta l’estate, con i Beyond Fear. Ma questo non rallenterà gli Iced Earth.
Che ne pensi di Angel of Retribution? Sei sempre in contatto con Ian, K.K., Glenn e Scott?
Si, sono sempre in contatto con loro. Mi è piaciuto il disco e auguro a loro tutta la fortuna che meritano.
Penso che la scena Heavy Metal stia vivendo un momento particolare, e non sono tanto ottimista: le grandi band stanno invecchiando, ma sono sempre loro ad essere al top e a vendere i dischi. Sotto di loro c’e’ una miriade di band che spesso faticano ad emergere, pensi che il nostro genere preferito sia destinato a scomparire o vedi qualche nuova forza?
No, la scena metal è molto meglio di quanto lo fosse nel 1997 quando uscì Jugulator… in quegli anni il metal era veramente morto. Ma con le band come i Trivium e i COB (ah, ovviamente anche gli Iced Earth e i Beyond Fear) penso che il metal sia vitale (madonna, proprio grazie ai Trivium e ai Bodom? ...siamo messi bene allora... n.d. Marco "Dark Mayhem" Belardi). Le vecchie band invecchiano… Personalmente mi piace cambiare, non guido un auto dagli anni '70 agli anni '80 e non indosso gli stessi vestiti. E’ per questo che che cerco di cogliere tutte le influenze per poter servire dell’ heavy metal vitale e grintoso.
Domanda un po’ stupida: cosa fai quando sei in pausa? Com’e’ la tua vita da padre?
Passo il tempo con la mia famiglia… faccio molte cose con loro… tutto qua!
Questa è la domanda standard: Hai qualcosa da dire agli utenti di MetalManiacs (per esempio che la grafica del sito fa pena)?
(evito di tradurre la risposta n.d.r.) KEEP IT HEAVY…Beyond Fear in your face in May and a big THANK YOU... Rip

Tim “Ripper” Owens

Brown Jenkin