HOME
RECENSIONI
INTERVISTE
CONCERTI
BIOGRAFIE
LO STAFF
LINKS
FORUM
SKINS
ZERO DAYS, ZERO SECS

Agent Steel - Intervista a Juan Garcia (guitars

Storici. L'importanza degli Agent steel all'interno della scena Speed 'n' Thrash mondiale non andrebbe neanche citata. Ma è dover di cronaca rammentare i più minimali particolari di ogni faccenda, quindi sentiamo cosa ha avuto da dirci Juan Garcia, ex chitarrista degli Abattoir nonchè membro focale per gli Agent Steel, la grandissima formazione che negli Eighties ci regalò capolavori come il debut "Skeptic's apocalypse", e che ora torna sulle scene con "Order of the Illuminati", primo disco su Scarlet records...

Intervista a cura di: Marco "Dark Mayhem" Belardi

Prima di iniziare con le domande, vorrei sentire da te le tue impressioni ed alcune parole in generale sul nuovo disco degli Agent steel...
Sento che questo è il miglior disco di sempre degli Agent steel; senza nulla togliere a tutto quel che abbiamo fatto in passato, ma questo disco rade al suolo e prende a calci in culo le major (ci sarà qualche riferimento alla Combat, per la quale la band incise tre dischi? n.d. Marco "Dark Mayhem" Belardi)! E' pesante e ricco di grandi linee vocali e molti assoli di chitarra, ed anche una strumentale chiamata "Kontrol".
Questo nuovo disco è vicino a vedere la luce dopo anni di silenzio, e dopo la vostra firma per Scarlet records: come siete entrati in contatto con la label italiana? Che successe con Candlelight?
Sono entrato in contatto con Stefano della Scarlet, in passato, ed era interessato agli Agent steel da molto prima rispetto a quando siamo entrati in studio per registrare. Anche altre labels erano interessate, ma ci siamo trovati bene e d'accordo con Scarlet, e credo che faranno un ottimo lavoro di promozione per il nuovo disco. Candlelight ci ha supportati in passato, erano interessati a produrre anche il nuovo disco, inizialmente, ma sentivamo che era ora di cambiare. Appreziamo comunque chi si era interessato agli Agent steel.
"Order of the Illuminati": siete tornati a usare il termine "Illuminati", che era già apparso in "The Omega conspiracy" in uno dei titoli. Quali sono le tematiche dietro alle liriche?
Bruce Hall ha scritto tutti i testi per il nuovo disco, e la maggiorparte di esse riguarda il concetto di United Slave State, nelle cui nazioni risponderebbe a un governo mondiale legato a cospirazioni. Il loro simbolo sarebbe il pianeta Jupiter, che, alimentato da impianti nucleari, diventerebbe un secondo Sole in cielo, quindi rinominato Lucifero in onore della fratellanza luciferiana (?! n.d. Marco "Dark Mayhem" Belardi).
1999: "The Omega conspiracy". L'album è abbastanza vicino nel tempo: ritornando indietro nel tempo, cambieresti qualcosa nel suo sound e nelle sue composizioni?
L'unica cosa che cambierei sono i toni su alcune canzoni come "New Godz", "Awaken the swarm", "Into the nowhere", "Destroy the hush", in cui abbiamo usato tonalità diverse per le registrazioni. Le vorrei rifare su tonalità standard, sarebbe molto più 'true metal'. Oltre a questo, vorrei lasciare l' "Omega conspiracy" sola... (in chiaro riferimento alle liriche n.d. Marco "Dark Mayhem" Belardi)
La dipartita di John Cyriis è stata uno step importantissimo per gli Agent Steel. Un sacco di persone amavano il suo stile canoro... puoi parlarci del suo progetto Stellar seed, e di come lasciò gli Agent steel?
Gli Agent steel si sono sciolti nel 1988 dopo "Unstoppable force", i nuovi Agent steel si sono riformati nel 1999 e hanno registrato "Omega conspiracy", con Bruce Hall alla voce. Cyriis ha una nuova band chiamata Stellar seed, e speriamo di poterci suonare insieme qualche concerto, in futuro. Sta lavorando sulla parte finale delle registrazioni del nuovo disco, e gli auguriamo il meglio. Mi piacciono troppo le sue linee vocali su "Skeptic's apocalypse", "Mad locust rising" e "Unstoppable force".
Un'altra band dietro agli Agent steel sono i 'tuoi' Abattoir: hai suonato con loro e con gli Evil dead, ed ora i primi si sono riformati. Che situazione c'è dietro alla loro attuale line-up?
Gli Abattoir hanno registrato un nuovo disco e mi hanno chiesto di comprarglielo, per loro... I nuovi pezzi degli Abattoir sono massicci, devono essere solo mixati. Ho parlato con loro e con i membri originari degli Evil dead (Mel Sanchez e Mark Caro) riguardo a possibili show di reunion, e forse in futuro scriveremo del materiale. Vedremo come si svolgeranno le cose...
Molte persone cercano di suonare ancora il vecchio Speed Metal, basti vedere voi, gli Abattoir, gli Exciter ed i Nasty savage. Per te, lo stile odierno relativo alle produzioni discografiche permette di lavorare bene su questo tipo di sound, oppure no?
Penso che sia un fattore positivo come accenni tu, per diverse ragioni, per l'amore verso la musica e non di certo per quel che riguarda i soldi. Il nostro nuovo disco "Order of the Illuminati" è pieno di passione e intensità, ed è evidente che siamo qui solo perchè amiamo il Metal. Non posso parlare per le altre band, ma so dirti che gli Exciter e i Nasty savage ci sono dentro come noi...
Rimanendo sempre sull'argomento del Thrash Metal, quella che sto per rivolgerti è una domanda che faccio un po' a tutte le Thrash Metal bands che intervisto... Perchè tutte queste reunions? John Bush degli Anthrax ha riso quando ha saputo che pensavo si trattasse di un fenomeno collettivo, di una sorta di ritorno generale di un vecchio stile...
Non so perchè ci sono tutte queste reunion, penso sia parte della vita: noi siamo condizionati quando siamo giovani, e siamo costretti ad andare a scuola, quindi perchè dovremmo rinunciare a riformarci? Penso che si tratti di un fenomeno cosmico (ride n.d. Marco "Dark Mayhem" Belardi)... tutto ciò che riguarda la old school è bello!
"Mad locust rising", l' Ep del 1985, è una release davvero particolare. Solo cinque tracce ed una release molto vicina a "Skeptic's apocalypse"... Perchè l'avete messo in commercio?
L'abbiamo registrato per riempire un gap che si sarebbe formato fra "Skeptic's apocalypse" e "Mad locust rising" (forse si riferisce a "Unstoppable force", dato che "Mad locust rising" è l'EP stesso! n.d. Marco "Dark Mayhem" Belardi). Volevamo creare un EP-singolo, del resto all'epoca i Metallica, di singoli, ne mettevano in commercio di tutti i tipi! Così pensammo di produrre un EP e ci parve una buona idea. A settembre ne metteremo in circolazione una versione su vinile in picture disc, in America. Conterrà "Insurrection", "Earth under Lucifer" e un sacco di registrazioni live fra cui "Mad locust rising", "Unstoppable force" e "Agents of steel".
Un'altra band di cui si parla poco sono gli Hallow's eve: dopo "Monument" sono scomparsi dalla circolazione, lasciandoci un capolavoro come il debut "Tales of terror". Hanno suonato nel vostro stesso periodo, sai per caso dirmi come mai si sono sciolti?
No, non so dirti. Tutto quello che posso dirti riguardo agli Hallow's eve è che erano una band terrificante! Ci abbiamo suonato due volte assieme, fra cui al Montreal Metal Festival del 1985 con Slayer, Metal Church e noi due. Fu uno show impressionante.
Il "Bonded by Metal tour" sarà seguito da Exodus, Agent steel, Nuclear assault e altre bands. Suonerete in Italia?
Penso di si, il booking del tour è già iniziato e non vedo perchè non debbano inserirci l'Italia fra le date! Sono sicuro che ci inseriranno Milano ed un'altra città italiana. Controlla su www.agentsteelonline.com o su www.scarletrecords.it per gli aggiornamenti. Verrà fuori un gran tour, e penso che la scaletta sia abbastanza incentrata su formazioni classiche per attirare molti 'die hard metal fans' perchè possano supportare la causa!
Per chiudere l'intervista, hai qualche parola per i lettori di MetalManiacs?
Ringrazio tutti i Metal maniaci e chiunque supporti gli Agent steel e il metal in generale. Siamo qui perchè amiamo il Metal e spero che voi tutti possiate ascoltare o comprare una copia del nuovo disco degli Agent steel, "Order of the Illuminati". Ci vediamo in tour, Keep the Metal flame alive and burning!! Peace.
Juan Garcia

Marco "Dark Mayhem" Belardi