HOME
RECENSIONI
INTERVISTE
CONCERTI
BIOGRAFIE
LO STAFF
LINKS
FORUM
SKINS
ZERO DAYS, ZERO SECS

Adimiron - Intervista a Alessandro Castelli (guitars)

Due produzioni discografiche alle spalle, un successo imminente, una promozione capillare, attenta e professionale. Tanti contatti con label, un'attività concertistica disarmante. La mia lista potrebbe ancora continuare: questo è il curriculum vitae degli Adimiron, ed Alessandro Castelli, loro portavoce, è stato da noi intervistato perchè si potesse fare il punto della situazione sul validissimo "Eclipse". A lui la parola...

Intervista a cura di: Marco "Dark Mayhem" Belardi

Hail Alessandro! Non molto tempo è passato dalla release di "Eclipse", lavoro che succede al ben acclamato "Everlasting fight" e che segnala un processo di maturazione evidente all'interno del vostro sound. Quali sono le tue prime impressioni su questo nuovo disco?
Eclipse è uscito ancora da poco tempo, solo da un paio di mesi,e quindi non ho ancora un quadro completo della situazione!!! Le copie vendute fino ad adesso sono poco più di trecento ed Eclispe è stato accolto molto positivamente da tutti gli adetti al settore in Italia ma soprattutto all'Estero. Inoltre siamo in contrattazione con un paio di Label interessate alla nostra musica, ma di certo ancora nulla.
Il vostro sound è di matrice nordica, come accade nel caso di molte band italiane come Sothis o My dark sin, tanto per citare i primi due esempi che mi sono venuti in mente. Tuttavia, credo che ci sia un riferimento palese alla scena finnica e ad un'elaborazione del sound dei Bodom, piuttosto che un riferimento allo swedish death. Cosa considerate maggiormente quando giungete in fase di composizione?
Quando siamo in fase di composizione non badiamo molto a quale scena seguire, ma semplicemente ci limitiamo a comporre quello che ci viene spontaneo. Non nego però che c'è una forte passione per il movimento scandinavo e sopratutto finlandese e svedese, che inevitabilnente si trasmette nelle nostre composizioni e le influenza particolarmente nel riffing, negli arrangiamenti e nella voce .
L'intromissione di solide parti tastieristiche rende ancor più particolare il vostro sound, ma dando un'occhiata alla vostra line-up non risulta esservi alcun tastierista di ruolo. Spiegaci un po' la situazione...
Dunque, le cose stanno così: in studio ci avvaliamo della preziosissima collaborazione di un turnista che registra gli arrangiamenti orchestrali e le linee melodiche della tastiera! Dal vivo, invece, per avere un maggiore impatto sonoro rinunciamo alla tastiera e rendiamo i pezzi più dinamici e meno sinfonici. Aspetta, questo però non vuol dire però che i pezzi vengono mutilati o riarrangiati: le song rimangono uguali, identiche al disco, noi ci limitiamo solo a spingere un pò di più il piede sull'acceleratore, e questo in sede live fa sempre bene!
Che è successo quest'anno all'Agglutination? Molti parlano di un gran festival, ma la faccenda dei Destruction ha praticamente diviso l'opinionistica generale...
Tutti i gruppi emergenti del festival insieme a noi hanno emesso dei comunicati per dire la loro: l' Agglutination è stato un gran festival. L'organizzazione era curatissima, tutto era stato studiato nei minimi particolari! I Destruction si son comportati da vere rockstar (questa frase è come un Deja Vu! n.d. Dark Mayhem) e hanno cercato di gettare addosso all'organizzazione accuse senza senso, ma credo che l'opinionistica generale sia unanimemente d' accordo sul fatto che a Chiaromonte quel giorno si faceva davvero sul serio!!!
La vostra promozione sembra essere molto curata: sia la firma per Dark side promotions che la capillare distribuzione del nuovo disco hanno fatto circolare il nome degli Adimiron più che adeguatamente. Poi si somma l'attività concertistica. La domanda è questa: in un paese ostico come l' Italia, cosa deve fare una giovane band per emergere?
Si, indubbiamente nonostante la mancanza di un supporto da parte di etichetta, siamo riusciti a distribuire ottimamente il nostro materiale: le copie di Everlasting Fight distribuite fino ad ora sono quasi duemila, e credo che con Eclipse raddoppieremo il traguardo!!! Ma credimi, firmare per un management non basta!Per una buona e capillare promozione ci deve essere interazione continua con il proprio management e partecipazione costante da parte di tutti i membri del gruppo. L'attività live rimane comunque il fattore più importante per promuoversi al meglio! Il tour di oltre 40 date lungo l'italia in meno di un anno ci ha aiutato moltissimo ad aumentare la nostra fama, e infatti continueremo a suonare moltissimo dal vivo sia in Italia che oltre i confini, visto che ci sono arrivate proposte per un tour europeo di 22 date.....
Siete attivi dal 1998 ma sembra che i primi frutti stiano venendo alla luce solo ora con "Eclipse": Dopo "Everlasting fight" non si era sentito parlare tanto di voi. Siete ancora soddisfatti di quel disco?
Il nostro nome ha cominciato a girare seriamente da gennaio di quest'anno in corrispondenza dell' inizio del nostro tour!!! Everlasting Fight è stato promosso a dovere solo in quest' ultimo anno a causa di alcuni problemi, ma credo ancora adesso che sia un buon demo con ottime idee, composizioni molto originali e ben articolate. L'unico fattore negativo è che non gode di una buona produzione ....ma nonostante ciò la gente si è accorta delle buone potenzialità del gruppo e le recensioni, sempre ottime, lo dimostrano! I nostri fan ci hanno chiesto molte volte di ri-registrare alcuni pezzi di E.F. per rendergli maggiore giustizia e credo che in vista del full lenght li accontenteremo riarrangiando almeno 2 songs!
In entrambi i dischi le liriche sono imperniate sul tema della lotta fra il bene ed il male. Puoi dirmi che cosa intendete in particolare, e se vi è riferimento alla vita di oggi o maggiormente al paranormale?
Dunque, come hai detto tu le liriche sono tutte improntate sull' argomento dell' eterna lotta tra la forza del bene e quella del male e degli effetti catastrofici che comporta questa battaglia eterna all'interno della società. In ogni caso, più che fenomeni paranormali noi analizziamo i singoli momenti della vita in cui il male é sempre presente e ci limitiamo a fotografare la realtà senza inventare nulla: sono liriche esclusivamente realistiche!
L'influenza data al chitarrismo è di stampo neo-classico, e vi si possono sentire riferimenti sia ai finnici Kalmah e Norther, sia legami col classic. Se non vado errando, alcune ripartenze hanno ritmiche di stampo quasi power metal. Sei d'accordo?
Direi che il power è una delle tante componenti della nostra musica: io ascolto molto power e occupandomi io del riffing e degli assoli, si può certamente individuare una qualche influenza.... in più , personalmente sono molto appassionato a Malmsteen e ai chitarristi neoclassici come Jason Becker, Vinnie Moore, Michael Romeo , e questo non fa altro che dare alla nostra musica un una certa impronta che riporta sicuramente alla mente alcune cose del power metal....
Vorrei sapere anche cosa pensi dell'opinione che hanno molte persone su di voi definendovi legati al Black Metal. A mio avviso il vostro sound non ha nulla, di Black metal, ma pare più definibile come vicino alla scia di band scandinave che uniscono death melodico a power.
Una cosa é certa: non siamo una band black metal. Il nostro é un genere che fonde il black melodico al death e al thrash e alla musica classica. Certo, ci sono riff dalle atmosfere black metal, ma sono sempre suonati in uno stile legato alla melodia e alla ricchezza di arrangiamenti, cose che nel black metal sono del tutto assenti. Anche la voce forse é legata al black metal, ma ritengo errate le affermazioni che ci vedono come una band di black.
Ora che "Eclipse" sta raccogliendo i suoi frutti, cosa dobbiamo aspettarci dal futuro musicale della vostra band?
Ci sono contatti con delle label per la produzione di full lenght o c'è del materiale già pronto? Di materiale pronto ce n'é davvero tanto: abbiamo già pronti altri pezzi che andranno a comporre il nuovo promo che uscirà verso aprile 2003 .Questo promo fungerà da anteprima al full lenght che non dovrebbe uscire più tardi di dicembre 2003 e sarà composto da 3 pezzi: 2 nuovi più una versione totalmente rifatta di An Expected Life.Verso dicembre uscirà il vido clip di Obsessive Insanity che speriamo ci consenta di arrivare anche ai vari canali televisivi specializzati. Per quanto riguarda i concerti il nostro tour prevede moltissime date e credo che anche per tutto il 2003 saremo continuamente on the road. Ci sono in previsione anche alcune date importanti di spalla a gruppi davvero famosi e un tour europeo di 22 date.....staremo a vedere!!!
La scena italiana per molti è tornata alla ribalta dopo il 1997, per altri è legata a pochissimi nomi di spicco e non è affatto confrontabile con quelle estere di - ad esempio - Germania o Svezia. Che ne pensi?
La scena italiana é tornata alla ribalta, questo é un dato di fatto. Ci sono davvero tantissime band valide e finalmente le cose stanno cominciando a smuoversi. Possiamo reggere tranquillamente il confronto con le band straniere, e chi pensa il contrario é solo un povero esterofilo troppo legato ai soliti gruppi scandinavi e che non da abbastanza fiducia alla scena italiana! Ultimamete abbiamo davvero tanto da dire e lo stiamo dimostrando ampiamente!
Ok, lo spazio è tuo: qualche parola per concludere?
Ringrazio innanzitutto lo staff di Metalmaniacs, sempre molto disponibile nei confronti delle band emergenti. Ringrazio tutti coloro che ci sostengono e tutti quelli che ci hanno dato fiducia e continueranno a farlo comprando i nostri cd e venendo numerosi ai nostri concerti. Per qualsiasi altra informazione sulla band vi invitiamo a contattarci all'indirizzo e-mail adimiron@libero.it e a visitare il nostro sito ufficiale www.adimiron.cjb.net , dove potrete trovare sempre aggiornate news,date dei concerti, file da scaricare, interviste, sondaggi , recensioni e moltissimo altro ancora! Credo sia tutto. A presto e.....see you on the stage!!!!!

Alessandro Castelli

Marco "Dark Mayhem" Belardi