HOME
RECENSIONI
INTERVISTE
CONCERTI
BIOGRAFIE
LO STAFF
LINKS
FORUM
SKINS
ZERO DAYS, ZERO SECS

High on fire + Mastodon

Data:05/02/2003

Localita:Transilvania Live, Milano

Questo concerto è senza dubbio uno di quegli eventi che racchiudono in sè, oltre al classico spettacolo musicale, un sacco di verità sulla musica di questi anni. Partendo dal presupposto che la grandezza, temporanea o meno, della Relapse è cosa ormai constatata, è davvero difficile comprendere il totale “silenzio” della parte pubblicitaria e informativa in ogni sua forma. I Mastodon e gli High on Fire pertanto si sono trovati nella fredda Milano a suonare davanti ad un pubblico davvero esiguo (per usare un eufemismo che indica 100/150 persone) lasciando agli spettatori una strana sensazione di “debito” nei loro confronti. Il live act, aperto dai Mastodon, è stato quanto di meglio ci si potesse aspettare: la band in questione non solo ha mostrato una coesione e una bravura INCREDIBILE ma è riuscita, nonostante la palpabile timidezza del pubblico, a dare reali emozioni e a comunicare, attraverso canzoni come “Marriage”, l’unione dei musicisti con persone come noi. I Mastodon probabilmente spaccano il culo al 90/95% dei gruppi metal esistenti; in Italia, considerando le stime, ce ne siamo accorti in 150. La band così ha proposto gran parte di “Remission” (lavoro del 2002) e qualche canzone di “Bloodslife” in maniera impeccabile, con suoni inaspettatamente perfetti e con una sensazione di amichevolezza ed umiltà davvero spettacolare. Qualcuno urla “Siete delle bestie!!!”: nulla di più vero, montagne di talento che sono state malamente ignorate… Gli High on Fire invece colpiscono in maniera meno evidente il pubblico: la musica in questo caso è altrettanto diretta, sicuramente molto meno tecnica e meno imprevedibile anche se in ogni caso riescono a lasciar tutti discretamente soddisfatti. I loro suoni kyussani con voce alla Lemmy è un prodotto davvero abbastanza godibile dal vivo anche se l’impatto sull’album è marcatamente più psichedelico e coinvolgente. Infine, non posso far altro che invitare i mancati partecipanti alla prossima data delle due band, in special modo dei Mastodon, e di rinnovare la mia totale approvazione verso queste piccole ma qualitativamente immense realtà underground.

Simone "Thrasher[XXX]"